Richiedi consulenza
In Italia 1 automobilista su 6 scappa se ne danneggia un’auto in sosta

In Italia 1 automobilista su 6 scappa se ne danneggia un’auto in sosta

In di RentPro

A quasi tutti i guidatori prima o poi capita di danneggiare un’auto in sosta, ma non tutti si comportano alla stessa maniera quando il proprietario del veicolo coinvolto non è presente sul luogo. C’è chi decide di fermarsi e lasciare i propri dati e chi invece punta sul “tanto nessuno mi ha visto” e si defila. Un recente studio condotto da Facile.it ha fatto luce su questi comportamenti evidenziando alcuni dati decisamente importanti.

Più di 1 milione gli automobilisti che “fuggono” dopo aver tamponato un’auto in assenza del proprietario

L’indagine, effettuata da mUP Research e Norstat, si è basata su un campione con un’età compresa tra 18 e 74 anni. I dati raccolti hanno evidenziato che prima tutto il 16,5% degli intervistati ha dichiarato di essere “fuggito” dopo aver tamponato un’auto in sosta. Questo dato ha un importante valore se si considera che è equivalente a circa 1,3 milioni di automobilisti.

Le donne sono le automobiliste più “corrette”

auto graffiata

Il sesso più “virtuoso” in questo contesto risulta il femminile: dividendo gli intervistati in due categorie distinte, sono le donne ad essere in minoranza – con l’8,5% sul totale delle intervistate – mentre gli uomini risultano addirittura il 21,3%. Per quanto riguarda l’età, questo tipo di comportamento si riscontra maggiormente nella fascia tra 25 e 34 anni, mentre risultano più “corretti” i guidatori tra 65 e 74 anni, che si ferma all’8,8%. Analizzando i dati per regione, questo tipo di incidente avviene soprattutto al Centro Italia (18,8%), seguito dal Meridione e Isole al 18,5%.

I motivi che spingono gli automobilisti a scappare dal luogo dell’incidente

Agli intervistati è stato anche chiesto cosa li spinge a non lasciare i dati dopo aver tamponato un’auto in sosta. La maggior parte ha risposto dicendo che la causa principale è la convinzione di non aver causato gravi danni, accompagnata dall’opposto pensiero di dover andare incontro a pesanti spese. Seguono due motivazioni decisamente ingiustificabili: “nessuno mi ha visto”, “tanto nessuno mette mai bigliettini”.

Auto danneggiata durante la sosta? Ecco come chiedere il risarcimento danni

Questo tipo di incidenti genera molte perplessità sugli eventuali risarcimenti. Se chi ha causato l’incidente lascia i propri dati, il guidatore danneggiato può comunicare i dati alla propria compagnia assicurativa ed avviare la classica constatazione amichevole. Nel caso in cui il “pirata” scappa, l’unica opzione è richiedere all’assicurazione un risarcimento per atti vandalici: questo tipo di copertura non è incluso nella RC Auto in quanto rientra in quelle polizze accessorie, come la furto/incendio.

Hai un contratto di noleggio a lungo termine? Sei coperto anche in caso di danneggiamento quando l’auto è in sosta! Tra i numerosi servizi inclusi nel canone mensile c’è anche l’assicurazione furto/incendio e la copertura per atti vandalici! Vuoi maggiori informazioni a riguardo? Contattaci!

Condividi su: